Qual è la differenza tra proteine ​​animali e vegetali?

L’apporto proteico è una parte essenziale della dieta. Aiuta a costruire, riparare e mantenere le strutture del corpo. Gli alimenti derivati ​​da piante e animali possono entrambi fornire proteine, ma ci sono alcune differenze.

Le proteine ​​esistono in tutto il corpo, in tutto, dai muscoli e organi alle ossa, alla pelle e ai capelli. Il corpo non immagazzina proteine ​​come fa con altri macronutrienti, quindi questa proteina deve provenire dalla dieta.

Le proteine ​​sono costituite da aminoacidi. Il corpo di una persona ha bisogno di un equilibrio di tutti i 22 tipi di aminoacidi per funzionare correttamente.

Il corpo non può produrre nove di questi acidi, chiamati aminoacidi essenziali.

Una fonte proteica completa si riferisce a un tipo di cibo che li contiene tutti e nove.

Avere il giusto equilibrio di aminoacidi può costruire muscoli e aiutare il corpo a riprendersi rapidamente dall’esercizio fisico. Comprendere le differenze protidico ​​vegetali e animali è importante per chiunquesi  voglia garantire una dieta corretta.

In questo articolo, esaminiamo le differenze tra esse. Indaghiamo anche quali effetti hanno sulla nostra salute.

Principali differenze tra proteine animali e vegetali

Una delle principali differenze tra proteine ​​vegetali e animali riguarda il contenuto di aminoacidi.

Gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine. Quando il corpo digerisce le proteine ​​nel cibo, le scompone in aminoacidi.

Il corpo potrebbe aver bisogno di diversi aminoacidi in momenti diversi. Molte persone credono che la dieta dovrebbe includere fonti complete di proteine, che contengono tutti e nove gli aminoacidi essenziali.

Alcuni prodotti animali sono fonti complete di proteine, come ad esempio:

  • pesce
  • vari tipi di uova
  • prodotti lattiero-caseari, come formaggio, latte e siero di latte
  • carne rossa di mucche, bisonti e cervi
  • pollame da fonti come polli, tacchini e quaglie
  • carne da fonti meno comuni, tra cui cinghiali, lepri e cavalli

La maggior parte delle proteine ​​vegetali sono incomplete, il che significa che mancano almeno di uno degli aminoacidi essenziali.

Tuttavia, alcuni alimenti a base vegetale, come la quinoa e il grano saraceno, sono fonti complete di proteine.

È importante per i vegetariani e i vegani mescolare le loro fonti proteiche e assicurarsi che stiano assumendo tutti gli aminoacidi essenziali.

Inoltre, tieni presente che alcune fonti di proteine ​​vegetali potrebbero impiegare più tempo as essere digerite.

I seguenti sono esempi di alimenti a base vegetale ricchi di proteine:

  • cereali
  • Lenticchie
  • noccioline
  • fagioli
  • legumi
  • alcuni frutti, come gli avocado
  • soia
  • canapa
  • riso
  • piselli

Molte altre noci, cereali e verdure contengono anche elevate quantità di proteine.

Cosa è meglio per la salute?

Quando si sceglie tra fonti proteiche vegetali e animali, è importante tenere conto degli altri nutrienti forniti dagli alimenti.

Gli alimenti ricchi di proteine ​​possono avere profili nutrizionali di ampia portata.

Alcune fonti di proteiche ​​animali possono contenere alti livelli di ferro eme e vitamina B-12, mentre alcuni alimenti a base vegetale mancano di questi nutrienti.

D’altra parte, i nutrienti specifici delle piante, chiamati fitonutrienti e alcuni antiossidanti sono assenti da fonti di proteine ​​animali.

I prodotti animali contengono grassi saturi e livelli più elevati di colesterolo rispetto alle fonti di proteine ​​vegetali. Una persona potrebbe voler evitare i prodotti di origine animale per questi motivi.

Molti credevano che il colesterolo alimentare fosse associato a malattie cardiovascolari. Sebbene prove recenti suggeriscano che non vi siano collegamenti significativi, l’Istituto di medicina (IOM) raccomanda ancora di limitare il colesterolo alimentare.

La fibra è un altro fattore importante. Solo gli alimenti a base vegetale contengono fibre, che aiutano a mantenere equilibrato il sistema digestivo.

Mangiare più proteine ​​vegetali può anche migliorare la salute generale di una persona.

I risultati di una meta-analisi del 2016 ha suggerito che mangiare con un apporto proteico animale maggiore, in particolare quelle derivate da carni rosse trasformate, può aumentare il rischio di morire per malattie cardiovascolari.

Tuttavia, i ricercatori hanno trovato il legame tra le proteine ​​animali e le malattie cardiovascolari nelle persone con almeno un fattore di rischio legato allo stile di vita, come il fumo, l’assunzione di alcol o il sovrappeso o l’obesità.

I risultati hanno anche indicato che mangiare più proteine ​​vegetali può aiutare a ridurre questo rischio e altri.

In generale, il modo migliore per coprire le esigenze dietetiche di una persona è mangiare una grande varietà di alimenti.

Le migliori fonti di proteine ​​vegetali e animali

Ottenere semplicemente abbastanza proteine ​​nella dieta può essere più importante che concentrarsi sul tipo di proteine.

Uno studio ha scoperto che l’inclusione di livelli di proteine ​​superiori alla media nella dieta ha migliorato i segni della salute muscolare, come la massa magra e la forza nel quadricipite. I ricercatori hanno notato che la quantità di proteine ​​era il fattore più importante.

Tuttavia, alcune fonti di proteine ​​possono essere migliori per la salute generale. Ad esempio, il pesce e le carni bianche tendono a contenere meno grassi delle carni rosse.